• Home
  • CRONACA
  • Saldi a Torino, si inizia il 4 gennaio per due mesi, ma attenzione agli annunci sui dati scoraggianti

Saldi a Torino, si inizia il 4 gennaio per due mesi, ma attenzione agli annunci sui dati scoraggianti

saldi a Torino 4 gennaio 2104 dati foto by style.itE' il momento che tutti aspettano per fare acquisti per se stessi, dopo un Natale di pensieri e doni, il periodo dei saldi è atteso con impazienza anche a Torino, la data prevista per quest'anno è il 4 gennaio. 

Per parlare di saldi non si poteva soltanto annunciare la data e aspettare che le folle invadessero i centri commerciali e le vie della città, per comprendere il quadro bisogna includere i dati degli anni precedenti. Ogni anno si parla di un massimo di 50% di sconto sui prodotti, per considerare il saldo sicuro per gli avventori, ovviamente tutte le regole rimangono le stesse, il prezzo esposto precedente con il prezzo in saldo rassicura il consumatore. Studiando i dati del 2012, per i saldi estivi e il 4 gennaio 2013 per i saldi invernali negli scorsi due anni le notizie non sono buone. 

Un articolo de Il Sole 24 ore tittolava nell'agosto 2012 "Neppure i saldi risollevano Torino" spinti dai dati ricevuti da Ascom Confcommercio, che riportavano un calo degli acquisti del 15% rispetto all'anno precedente. Teneva bene la grande distribuzione, grazie alle aperture domenicali. I dati del gennaio scorso riportano percentuali più specifiche (Fonte: Lettera43 e studio Confcommercio): Il 68,7% era previsto spendesse meno di 200 euro e il 96,4% secondo le previsioni avrebbe speso per l'abbigliamento. Circa il 21% dei consumatori nel 2013 attendevano i saldi, secondo Confcommercio, per acquistare prodotti di marca, mentre l'Osservatorio Federconsumatori, totalmente in disaccordo, poneva una stima ancora più bassa degli acquisti reali: il 36% delle famiglie contro il 60% dichiarato da Confcommercio. 

In circa due anni insomma le previsioni non sono mai così positive, ogni anno però da clienti, o da chi cliente è e racconta agli amici cosa succede, gli outlet sono presi d'assalto con code dalla mattina presto, gli acquisti più gettonati (potremmo chiamarle stime da foto sui social network) sembra essere l'abbigliamento, si può notare comunque che i consumatori sono cambiati, nei saldi si comprano spesso cose necessarie, mentre sono limitati gli acquisti "da sfizio" che comunque dopo stagioni di crisi sono tutt'altro che inutili. Al di là quindi dei numeri, soprattutto quest'anno, in cui "crisi" è stato così spesso inserito nei titoli dei giornali, telegiornali e programmi vari, le code si vedranno comunque, quella dei saldi è una lotta contro il tempo e una corsa all'affare, preparatevi da ora. 

Il 4 gennaio 2014 inizieranno i saldi a Torino, per 60 giorni, idem per Milano. Inizieranno i saldi anche a Bologna, Firenze e Venezia, nelle città dell'Umbria, Molise, nelle Marche e a Bari, Lecce e Foggia. Inizieranno il 4 anche i saldi a Roma, che però termineranno il 14 febbraio e a Palermo, con più di due mesi di sconti fino al 15 marzo. Iniziano prima quelli a Napoli, il 2 gennaio, per terminare 90 giorni dopo. Situazione particolare per la Sardegna, in cui i saldi sono iniziati già il 6 dicembre, e in Trentino Alto Adige in cui saranno i commercianti a scegliere il periodo in cui applicare gli sconti. 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.