• Home
  • CRONACA
  • Torino: ragazzino aggredito da baby gang in corso Svizzera

Torino: ragazzino aggredito da baby gang in corso Svizzera

Il fenomeno del bullismo torna a farsi sentire a Torino. Vittima dell’accaduto è un ragazzino che è stato aggredito da una baby gang di suoi coetanei per essere derubato di qualche spicciolo, del cellulare e persino delle scarpe.

Era ormai giunto a casa il ragazzo che, qualche giorno fa, è stato fermato da una baby gang in corso Svizzera all’angolo con via Balangero nel quartiere San Donato a Torino. Il giovane è stato dapprima accerchiato e poi costretto a recarsi, a suon di strattoni e spinte, nei pressi del parco Dora insieme al gruppo di bulli. Qui si sarebbe poi consumata l’aggressione a opera di uno dei componenti della baby gang che ha scagliato tutta la sua ira contro il giovane ragazzo che non ha avuto modo di difendersi. Anche gli altri componenti hanno dato il proprio contributo mantenendo fermo il ragazzo e riempendolo di calci e pugni per poi farsi consegnare i pochi oggetti che aveva con se. I giovani delinquenti sono così fuggiti con un bottino composto dall’immancabile cellulare di ultima generazione, ma che come tale sarà facilmente rintracciabile, pochi spiccioli e le scarpe di ginnastica firmate. La giovane vittima, impaurita e piena di lividi, è stata lasciata sul luogo dell’aggressione, mentre gli aggressori si sono dileguati nel parco. L’episodio è stato però immortalato dalle telecamere di sorveglianza di una delle attività commerciali della zona e quindi le forze dell’ordine stanno procedendo all’identificazione dei ladruncoli.

Intanto i cittadini lamentano la mancanza di sicurezza e chiedono più telecamere di sorveglianza nella zona dove è accaduto il fatto, ma anche nei sovrappassi pedonali di corso Enrico Gamba e di corso Ottone Rosai dove si è soliti capitare in situazioni di questo tipo.

Sulla questione è intervenuto anche Alessandro Boffa, il capogruppo di Fratelli d’Italia della circoscrizione 4, che ha dichiarato: «Non è la prima volta che si verificano episodi di questa violenza nel quartiere, soprattutto nella zona di corso Svizzera. Di tavoli della sicurezza ne abbiamo già convocati due che non hanno portato a soluzioni concrete. Per questo scenderemo in strada per protestare nel caso dovessero verificarsi altre aggressioni ai danni di ragazzi o anziani».

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.