• Home
  • CRONACA
  • Molinette ospedale d’eccellenza: eseguito trapianto record

Molinette ospedale d’eccellenza: eseguito trapianto record

Che l’ospedale Molinette, facente parte della Città della Salute e della Scienza di Torino, fosse all’avanguardia lo si sapeva già, ma ieri è stato eseguito un intervento da record. Si tratta di uno dei primissimi casi in Italia. Infatti una donna di 51 anni di Cagliari è stata sottoposta a un doppio trapianto nella notte. La 51enne, affetta ormai da diversi anni da una cardiomiopatia dilatativa associata a insufficienza respiratoria, è stata trasferita alle Molinette, dopo essere stata seguita dai cardiochirurghi dell’ospedale di Pavia, per essere sottoposta a un complesso intervento chirurgico per continuare a vivere: un trapianto combinato di cuore e polmoni.

Ebbene, dopo 8 ore in sala operatoria, l’équipe di Cardiochirurgia diretta dal professor Mauro Rinaldi ha portato a termine l’intervento salvandole la vita. Gli organi sarebbero stati donati da un 36enne morto per emorragia celebrale in Lombardia. La donna era in lista d’attesa per il trapianto di polmoni e di cuore da metà settembre.

Per spostarsi da Cagliari a Torino, nel mese di settembre, la paziente era stata costretta a viaggiare in aereo, dove gli sbalzi di pressione avevano compromesso maggiormente il suo stato di salute provocando addirittura una mancanza d’aria e uno pneumotorace al polmone destro, un accumulo di aria nel cavo pleurico. Trasportata urgentemente in ospedale subito dopo l’atterraggio, la donna versava in gravissime condizioni di salute. Gli organi per il trapianto non erano però ancora disponibili, per cui i medici torinesi sono stati costretti, dato il continuo peggioramento, a impiantare due speciali valvole. In quel caso l’intervento era stato seguito dall’équipe di Pneumologia diretta dal professor Sergio Baldi. Ma questa soluzione è solo servita ad allungare di qualche giorno l’attesa. Infatti la donna era ormai costretta a respirare attraverso una mascherina. Quando lo scorso martedì la situazione è tragicamente precipitata , i medici delle Molinette e il Coordinamento trapianti del Piemonte sono stati costretti a richiedere l’inserimento immediato della donna nella lista d’attesa d’emergenza nazionale della donazione di organi. La sua speranza si è riaccesa martedì sera quando è giunta la notizia della morte di un uomo di 36 anni all’ospedale di Brescia che avrebbe ridato vita alla 51enne di Cagliari con i suoi organi.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.