• Home
  • CRONACA
  • Briaglia, il prete ai fedeli "non siete degni della messa"

Briaglia, il prete ai fedeli "non siete degni della messa"

Immagine di repertorioSono trecentoventicinque gli abitanti del comune di Briaglia, una comunità montana dell'Alto Tanaro Cebano Monregalese, i pochi presenti nella chiesetta del comune cuneese sono rimasti a bocca aperta quando il parroco, domenica scorsa, ha deciso di non celebrare la messa perchè "i briagliesi non erano degni di avere né il sacerdote, né la Messa".

LA VICENDA

Domenica scorsa, poco prima della messa nella chiesetta invernale del paesino, il prete, don Saverio Bertolino, adirato dal chiacchiericcio dei fedeli ha evacuato la chiesa e se ne andato senza celebrare la messa, molti di loro erano lì per assistere alla messa ordinaria in onore dei propri defunti, uno dei fedeli scacciati dalla chiesa ha raccontato l'accaduto, "poco prima di iniziare la celebrazione della messa domenicale, il prete redarguiva animatamente due fedeli che si stavano scambiando due parole. Alla risposta garbata dei peccatori, che si giustificavano con il fatto che la messa non era ancora iniziata, il prete affermava che i briagliesi non erano degni di avere né il sacerdote, né la Messa", per sopperire alla mancanza del pastore i parrocchiani hanno così deciso autonomamente di celebrare una messa "indipendente" recitando il Rosario.

La lettera dei presenti è arrivata al sindaco del comune, Evasio Cuniberti, non presente al momento dell’accaduto, che ha commentato: "al di là del richiamo, della piccola discussione, che ci può anche stare, il fatto di abbandonare i parrocchiani e la celebrazione della Messa non è moralmente accettabile", il paese come altri della provincia di Cuneo e del monregalese soffre del turn over parrocchiale, non avendo un prete "fisso" sono costretti ad ospitare nel loro tempio della fede preti precari che alternandosi celebrano l'eucarestia, la crisi colpisce anche la chiesa si sa e il prete, don Saverio, si difende dalle accuse e conferma l'accaduto precisando, "All’inizio ho chiesto ai due parrocchiani di smettere di disturbare, ma ho ricevuto una risposta dai toni non adeguati. Aiuto nel servizio domenicale a Briaglia da circa un anno ed episodi simili si erano già verificati. Però le cose si erano risolte in un altro modo", fedeli chiacchieroni che disturbate la normale esecuzione della messa cristiana, attenti ai preti permalosi!

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.