• Home
  • EVENTI
  • Al Torino Film Festival il corto "Un Altro Ritmo" che sensibilizza sui problemi legati all'afasia

Al Torino Film Festival il corto "Un Altro Ritmo" che sensibilizza sui problemi legati all'afasia

un altro ritmo torino film festival afasia foto by fondazione MoloDomani alle 19,15 la presentazione del corto "Un altro Ritmo" realizzato dallo studio Bakery in collaborazione con i Servizi Educativi del Museo Nazionale del Cinema e Carlo Molo Onlus. Un docente di teoria del linguaggio colpito da afasia, in una storia diretta da Giancarlo Tovo.

Tantissimi sono gli eventi del Torino Film Festival, ne abbiamo parlato approfonditamente nelle scorse settimane, mettendo l'accento sul nuovo percorso intrapreso da Paolo Virzì per questo suo festival Pop. Tra i numerosi eventi in programma, la sezione Spazio Torino/Evento Speciale ospita il corto "Un altro ritmo" di Giancarlo Tovo. 

Il film racconta la storia di un docente di teoria del linguaggio colpito da ictus e afasia (l'incapacità di produrre o comprendere il linguaggio), che a sessant'anni si ritrova a dover affrontare la sua condizione in maniera diretta, con tante parole e pensieri nella mente, che non riescono a palesarsi. Per il protagonista potrebbe essere una situazione di disagio, ma anche un modo per poter manifestare la propria libertà, l'uscire in qualche modo da una gabbia dorata.

Un altro ritmo nato da un soggetto di Andrea Mattacheo, si è trasformato in sceneggiatura grazie al regista, Giancarlo Tovo, fotografo di fama internazionale ed Eugenio Allegri protagonista del film, supportato sul set da un gruppo di afasici. Nella giornata raccontata nel corto, i pensieri e le azioni spingono a riflettere sulla comunicazione, sulla sua importanza e le sue molteplici forme, sensibilizzando sui problemi che possono derivare in condizioni di afasia.

Lo studio fotografico Bakery ( dove il regista lavora) collabora da anni con il Museo Nazionale del Cinema, mentre la Fondazione Carlo Molo Onlus, fondata dalla D.ssa Mariateresa Molo, si occupa di ricerca scientifica di interesse sociale e di attività sociali e socio-sanitarie dal 1993. Lo scopo della fondazione è quello di operare tramite la solidarietà  e il sostegno in riferimento alla psicologia, psicosomatica,  alla sessuologia e al disagio mentale. 

La presentazione del film sarà domani 23 novembre al Cinema Reposi, in via XX settembre alle ore 19.15, in occasione della proiezione ufficiale, ma anche il 24 novembre alle ore 11.30 entrambi gli appuntamenti si svolgeranno in Sala 1.

I prezzi e  le informazioni utili sono disponibili sul sito ufficiale del TFF sotto la sezione Spazio Torino/ Evento Speciale. Se avevate idea di godervi il festival con il giusto spirito questa occasione non può che essere un inizio perfetto, il cinema sa emozionare, parlare e comunicare con le immagini, un'arte affascinante che spesso, come in questo caso, si fa veicolo di messaggi da ascoltare. 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.