• Home
  • CRONACA
  • Padre e 2 figli morti intossicati dal monossido di carbonio in un camper

Padre e 2 figli morti intossicati dal monossido di carbonio in un camper

Una passione, quelle per le moto da cross che li ha uniti anche nella morte. Sono stati infatti rinvenuti stamani in un camper a Gave di Rivarolo Canavese, in provincia di Torino, i cadaveri di un uomo di 51 anni e dei due figli, di 6 e 14 anni. I tre si erano recati nel torinese per assistere a una gara di motocross, la finale interregionale del Campionato Asi. Essendo il camper posizionato adiacente alla pista dove sarebbe dovuta disputarsi la gara e non essendoci nessuno nei dintorni, il medico di gara si è insospettito. Di li il tragico ritrovamento dei cadaveri e la chiamata dei soccorsi. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, i Vigili del Fuoco e un’ambulanza del 118, ma l’unica cosa che hanno potuto costatare è stata la morte dei 3 sportivi. Sull’accaduto stanno indagando le forze dell’ordine, ma dai primi rilievi sarebbe emerso che a causare la morte del padre con i suoi due figli sarebbe stata un’intossicazione da monossido di carbonio sprigionato da una stufetta che non funzionava correttamente. Ulteriori verifiche cercheranno di chiarire meglio la vicenda. Intanto, la finale interregionale del Campionato Asi, per la quale i tre si erano recati a Gave di Rivarolo Canavese, è stata annullata.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.