• Home
  • CRONACA
  • Rinviato lo sciopero dei trasporti a Torino, i sindacati rinviano la protesta

Rinviato lo sciopero dei trasporti a Torino, i sindacati rinviano la protesta

sciopero trasporti torino rinviato gttI sindacati autonomi Faisa, Cisal, e Fast Confsal hanno tenuto conto dei numerosi eventi in città, spostando la loro protesta ad altra data. Servizio regolare per tutto il week end.

Sembra una scelta saggia, quella del rinvio dello sciopero. In una città che brulica di eventi d'arte, sparsi un po' per tutta la zona urbana di Torino, ma anche in attesa del match di rugby all'Olimpico tra Italia e Australia, ecco che arriva la notizia che tutti speravano di poter leggere: rinviato lo stop del servizio pubblico, tutti gli spostamenti e gli orari di bus, tram e metropolitana saranno quelli di sempre. Lo sciopero era stato indetto dai sindacati autonomi per chiedere più sicurezza per il personale e contro la vendita del 49% dell'azienda. 

Un sospiro di sollievo, non solo per gli abitanti e i fruitori delle manifestazioni, ma anche dei commercianti che potranno contare su un riscontro più capillare degli introiti nel fine settimana. Certo, anche la Gtt potrà sicuramente trarne vantaggio, la mole di persone che si riverserà nelle strade in questo week end sarà ingente, anche nelle ore serali e notturne. 

Una decisione che fa onore quantomeno allo spirito di chi a Torino vive e lavora, perchè durante questi eventi riesce a venire in superficie la vera anima della città, un'anima aperta e viva, contagiosa per chi decide di farne parte. Non solo, una certa logica europea, almeno si spera, sembra farsi strada nella macchina organizzativa e gestionale della città, un primo passo che parla di valorizzazione del territorio e perchè no, visione commerciale. E' di qualche giorno fa, l'articolo su Artribune in cui si fanno i conti in tasca alla città in merito di eventi, ovvero quanto sia il reale riscontro positivo sul commercio torinese post manifestazioni. I dati dell'anno scorso vedono 1,3 milioni di euro guadagnati dai ristoranti, 960 mila euro per le strutture ricettive (dati della Camera di Commercio di Torino).

Se tanto ci da tanto, e si spera continui a darne per quest'anno, il trasporto potrebbe essere una di quei veicoli fondamentali per sconfiggere la crisi, almeno per il momento, in città. Con tali numeri non si può certo andare contro gli interessi, che sono di tutti, in special modo in questa settimana.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.