Riapre il campanile del Duomo a Torino

campane_torrecampanaria.jpg

Da venerdi 1 novembre è possibile visitare la torre campanaria del Duomo di Torino con accesso dal Museo Diocesano.La torre campania  rientra nel sistema museale  integrato di Palazzo reale con i giardini, l'Armeria reale, la Biblioteca reale, la Galleria Sabauda, il Museo di Antichità e Palazzo Chiablese, noto anche come Polo Reale insieme a quello del Polo Cattedrale ovvero l'insieme archeologico, architettonico e d'arte del Museo Diocesano, Torre campanaria e Duomo con la Sacra Sindone. Il primo giorno è stato entusiasmante per tutti, visitatori e volontari. Se non un  vero e proprio boom, sicuramente un successo per le visite al campanile, ma ha anche registrato un incremento notevole per il Museo, aperto da dicembre 2008 e non ancora conosciuto alla grande massa di visitatori.

L'inaugurazione è avvenuta martedi 29 ottobre alla presenza del vicario generale della diocesi, Valter Danna e del soprintendente Egle Micheletto e grazie al progetto degli architetti Maurizio e Chiara Momo, già noti per interventi nello stesso  Museo Diocesano grazie al sostegno della Consulta per la valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino, Compagnia San Paolo, Fondazione Crt e Cei, contributo dell'otto per mille versato dai contribuenti. Con i lavori effettuati all'interno della Torre tra cui l' adeguamento delle scale alle normative vigenti, l'accesso è garantito al pubblico che avrà modo di fare uno straordinario viaggio nel tempo, nella storia di Torino e dell'arte, attraverso i secoli. Dalla parte più alta della torre, la cella campanaria juvarriana è possibile, a oltre 40 metri d'altezza, una splendida  panoramica sulla città, su edifici religiosi, civili e storici come le torre palatine, il teatro romano, la cattedrale, la cappella guariniana, Palazzo Madama, la Mole.

vista_torrecampanaria.jpg

 

 

 

 

 

 

La torre campanaria

Le prime torri campanarie risalgono ai primi secoli dell'era cristiana. Servivano di supporto alle campane e  alla liturgia ma  segnavano anche importanti eventi della vita culturale e sociale della comunità, come attestano alcune risalenti al VI e al VIII secolo soprattutto in Germania e antica Gallia. In Italia la diffusione delle torri campanarie avviene grazie a Papa Stefano II a partire dalla seconda metà del VIII secolo che fece costruire una torre accanto alla Basilica di San Pietro e la dotò di tre campane.Il campanile dell'attuale duomo con pianta quadrata  fu realizzato tra il 1469  e il 1470 per volere del vescovo Giovanni di Compey e sopraelevato dal Filippo Juvarra (1720-1722). Prima della costruzione della torre c'erano tre chiese intercomunicanti e adiacenti:  la basilica battesimale di San Giovanni, la Chiesa di Santa Maria e la canonica del Salvatore,alcuni resti, sono ancora visibili visitando il Museo Diocesano. I lavori però furono sospesi nel 1723 per volontà regia.

Orari

Orario: 9:30-18 con ultimo ingresso ore 17:15 con accesso dal Museo Diocesano di Torino, piazza S. Giovanni.             

Biglietti

Ingresso intero torre 3,00 euro;ingresso ridotto torre 2,00 euro ; ingresso  intero torre + museo 7,00 euro;  ingresso ridotto  torre + museo 5,00 euro; ingresso gratuito  fino a 6 anni, possessori Abbonamento Musei. Info 011/515.64.08

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.