Torino, padre accoltella figlio disabile.

Disabile incatenato. Fonte Flickr, utente ilfattoquotidiano.Purtroppo le storie di violenza familiare sono sempre più frequenti ma ogni volta che si sente questo tipo di notizia si rimane sempre basiti e pieni di quesiti. Questo specifico caso stringe ancora di più il cuore di chi scrive per dovere di cronaca un fatto così triste e di così difficile spiegazione. Ieri sera un uomo di 73 anni ha accoltellato con un coltello da cucina il figlio tetraplegico. Dalle prime indiscrezioni sul caso l’uomo avrebbe raggiunto con quattro pugnalate il torace e il bacino del ragazzo. Dopo averlo colpito, pentito di ciò che aveva appena fatto, ha poi cercato di tamponarne le ferite e tramite l’avvocato di famiglia ha deciso di avvertire dell’accaduto le forze dell’ordine.

Il ragazzo versa ancora in gravissime condizioni, soccorso dal 118 è stato ricoverato all’ospedale Molinette di Torino. Cosa può aver fatto di male un ragazzo a cui la vita non ha sorriso fin dalla nascita, che gli ha già parzialmente tolto quella libertà per la quale ogni individuo lotta.

Il padre scosso guardato a vista nella sua cella. Si teme un suo gesto estremo.

Il padre che ne aveva avuto la responsabilità fin dai primi giorni di vita, che lo aveva accudito, cosa può averlo spinto a tentare un gesto così estremo? Ha dichiarato agli inquirenti di essere disperato, evidentemente anche per lui non deve essere stato semplice stare accanto per tutti questi anni al figlio, ma non si può capire o non si può in nessun modo giustificare un simile tentativo. Intanto l’uomo visibilmente scosso è guardato a vista nella cella del carcere Le Vallette di Torino in cui è stato rinchiuso dalla serata di ieri. Si teme che possa farsi del male e compiere a sua volta un gesto estremo. Il pm Roberto Furlan ha intanto confermato il fermo per l’uomo con l’accusa di tentato omicidio. Si cercherà di far luce sulla vicenda nei prossimi giorni.

Fonte Adnkronos

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.