Previsioni sul ponte del 1° Novembre

PONTE OGNISANTISaranno circa 7 milioni gli italiani (tra maggiorenni e minorenni) in viaggio nei prossimi giorni, che trascorreranno almeno 1 notte fuori casa (rispetto ai 6,9 milioni del 2012). Questo numero equivale ad un +1,7% della popolazione rispetto allo stesso periodo del 2012. Il 90% di italiani (rispetto all’87,5% del 2012) rimarranno nel Bel Paese, mentre l’8% (come nel 2012) andranno all’estero.

Le località montane saranno quelle più frequentate durante questo ‘ponte’ del 1° novembre. Si tratta di un dato rassicurante per le nostre amate Alpi che circondano il territorio piemontese. Il 39% (come nel 2012) di coloro che si muoveranno le preferiranno ad altri lidi. Il 24% (come nel 2012) andranno in località di mare. Il 19% (rispetto al 20% del 2012) si recheranno in località d’arte, un 2,4% (rispetto al 2,9% del 2012) coglieranno questa occasione per ritemprarsi in località termali e del benessere ed un 3,5% (rispetto al 3,8% del 2012) andrà in località lacuali. L’8,6%, infine, indica un altro tipo di località e saranno essenzialmente coloro che si recheranno nei loro luoghi di origine per onorare la festività di Ognissanti.

Da questi dati si può affermare che Torino, in quanto città d’arte, sarà presa di mira da molti turisti che nel viaggio ricercano in primo luogo siti culturali, dove poter riscoprire le antiche orme della capitale sabauda e perché no assaporare i piatti tipici piemontesi.

ALPIL’albergo sarà la struttura prescelta dal 32% dei viaggiatori (rispetto al 32,6% del 2012), seguito dal 29,5% di chi andrà in casa di parenti o amici (rispetto al 29,2% del 2012) e dal 14,8% che si recherà in casa di proprietà (rispetto al 14,9% del 2012). L’agriturismo sarà scelto dal 5% dei viaggiatori (rispetto al 5,1% del 2012), il Bed & Breakfast dal 4,5% dei vacanzieri (rispetto al 6,7% del 2012), il residence dal 3,3% (rispetto allo 0,8% del 2012) ed il rifugio alpino salirà al 3,1% delle preferenze (rispetto all’1,6% del 2012).

Le strutture ricettive nella sola Torino e provincia sono pari a 1.692 (dato aggiornato al 2012), pertanto il turista ha una vasta scelta di offerte nell’ampio ventaglio delle opportunità che Torino e provincia sono in grado di mettere a disposizione del viaggiatore.

La spesa media pro-capite, comprensiva di trasporto, alloggio, cibo e divertimenti, si attesterà sui 249 Euro (rispetto ai 247 del 2012 per un +0,8%). Da ciò un giro d’affari che si attesterà su 1,74 miliardi di Euro (rispetto a 1,71 miliardi di Euro del 2012 per un +1,4%). Chi resterà in Italia spenderà mediamente 221 Euro (come nel 2012) e 526 Euro a persona (rispetto ai 541 Euro del 2012) verranno invece mediamente spesi da chi sceglierà una vacanza oltre confine. La durata media del soggiorno durante questo ‘ponte’ del 1° novembre, sarà infine di 2,5 notti trascorse fuori casa (rispetto alle 2,9 notti del 2012).

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.