• Home

Gtt, nuovi sconti dal 30% al 50% per gli anziani

Anziano su mezzo pubblico. Fonte Flickr, utente loungerie.Gtt, il gruppo che gestisce il trasporto pubblico a Torino ha reso noto che grazie all’approvazione da parte del consiglio comunale dell’emendamento proposto dagli assessori al bilancio e ai trasporti, sarà possibile attuare i nuovi sconti agli abbonamenti attuali per i mezzi pubblici. In particolare si è discusso dell’introduzione di una nuova fascia protetta per chi supera i 65 anni di età. Chi avrà un reddito compreso tra i 36.151 e i 50.000 euro di reddito familiare avrà diritto ad una riduzione,a partire da dicembre 2013, sull’abbonamento pari al 30% spendendo 217 €. Per coloro i quali hanno un reddito inferiore ai 36.151 avranno invece il 50% di sconto andando a pagare una cifra attorno ai 150 €.

Oltre agli sconti, abbonamento gratis per gli anziani in difficoltà

Leggendo questi numeri viene spontaneo chiedersi perché proporre uno sconto di queste proporzioni ad una fascia effettivamente considerata sensibile ma che di fatto ha un reddito che non è considerabile di fascia bassa. Perché non modularlo in maniera tale da ridurre in maniera più sensibile anche gli abbonamenti per gli studenti? Oltre alle fasce sopracitate potranno usufruire dell’abbonamento completamente gratuito i pensionati che, invece, non superano il reddito minimo Inps o che risultano essere iscritti negli elenchi dei servizi sociali cittadini, o ancora quelli che si trovano ospiti negli istituti di riposo cittadini purchè abbiano un reddito non superiore alla somma della retta versata all’istituto e ad un quota per le spese personali che di volta in volta viene stabilita dal comune.

Questo tipo di agevolazioni vanno viste nell’ottica di un incentivo alla popolazione all’utilizzo del mezzo pubblico e in ottica protezione delle fasce protette con particolare riguardo agli anziani.

Incentivi all'utilizzo del trasporto pubblico, +15% per Gtt

È chiaro che  l’incentivo al mezzo pubblico deve essere una delle priorità del comune di Torino, assieme al potenziamento del servizio stesso. Solo in questo modo si può ridurre in maniera decisa il problema del traffico  e ciò che più conta contrastare il problema dell’inquinamentoGli  incentivi proposti agli over 65 congiuntamente a quelli legati ai giovani studenti,(che usufruiscono di sconti che vanno dal 10 al 12%),  gtt ha avuto in incremento del 15% della domanda.  Un buon punto di partenza. La giusta direzione è stata intrapresa, ora è necessario continuare a puntare su un servizio fondamentale per i cittadini torinesi.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.