• Home

A CasaOz da ottobre i laboratori di narrazione e cucina

CasaOz, ©Aree Protette del Po e della Collina TorineseUn’iniziativa per aiutare i bambini più sfortunati e i loro familiari a ristabilire la “normalità” e l’uscita dall’isolamento sociale provocato dalle malattie attraverso una serie di attività formative. È questo l’obiettivo dell’Associazione CasaOz Onlus: “offrire una casa” per i bambini malati, fratellini e sorelline sane, genitori, figli di genitori malati. Saranno 2 i percorsi di formazione: uno per acquisire nozioni narrative, l’altro include un percorso alla scoperta dell’arte culinaria. Per quanto riguarda il primo, intitolato “Se una notte d’inverno Sherazade”, l’avvio è previsto per il prossimo 7 ottobre e si concluderà il 25 novembre a cura della Scuola Holden. Si tratta di 8 incontri in cui verrà trasmessa ai ragazzi la conoscenza della struttura del testo partendo dalla lettura, passando per la sua analisi e approdando nella stesura di un racconto. Sempre 8 saranno le lezioni culinarie tenute da Luca Marin dal 9 ottobre al 27 novembre. Diverso sarà invece lo scopo, ovvero quello di illustrare ai giovani gli aspetti nutritivi degli alimenti in modo divertente attraverso laboratori dedicati alla preparazione di un piatto. L’Associazione CasaOz Onlus, attiva a Torino dal 2007, ha sede in corso Moncalieri 262 e rivolge i propri servizi di accoglienza, sostegno e accompagnamento ai bambini ed ai loro nuclei familiari che si trovino a vivere l’esperienza della malattia, qualunque essa sia.

Informazioni pratiche

Da luglio 2011 sono attive anche le ResidenzeOz, 4 mini-appartamenti arredati e completi di accessori per le famiglie che vengono a Torino per far curare i propri figli presso gli ospedali della città. Sempre all’interno della sede è attivo un progetto, condotto in partnership con l’Associazione A.I.R. Down, che promuove iniziative di residenzialità extra-familiare per adolescenti e giovani con disabilità, volto all’educazione alla gestione autonoma di sé in vista di un pieno inserimento sociale. Dall’inizio della sua attività CasaOz ha aiutato oltre 660 persone provenienti da 27 paesi diversi (in particolare Italia, Europa Est, Africa). Il funzionamento attuale di CasaOz è assicurato da uno staff qualificato e da circa 70 volontari che si avvicendano nell’accompagnamento quotidiano delle attività. Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 011.6615680 o scrivere una mail a segreteria@casaoz.org

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.