• Home
  • CRONACA
  • Pinerolo: uomo muore carbonizzato nel suo appartamento

Pinerolo: uomo muore carbonizzato nel suo appartamento

Era più o meno mezzanotte quando un incendio, divampato furiosamente, ha distrutto un appartamento al civico 10 di via dei Mille a Pinerolo.

Vittima dell’accaduto è Mauro Pons, un 55enne originario del luogo. Ad allarmare il 115 è stata Monica Bernardoni, un avvocato pinerolese, che si trovava da amici al piano di sopra: «Stavamo scendendo per tornare a casa quando abbiamo visto del fumo sul pianerottolo. Poi abbiamo capito che proveniva dall'alloggio al piano rialzato. Sono uscita, ho fatto il giro e ho visto una persona sul divano. Era già avvolto dalle fiamme. Ho provato a chiamarlo ma non rispondeva. Allora ho avvisato il 115 chiedendo di inviare un'ambulanza e ho suonato tutti i campanelli per far uscire le persone». Ma ciò non è bastato per salvare il povero Mauro Pons che era già deceduto quando la squadra dei vigili del fuoco ha fatto irruzione nell'appartamento. La vittima è stata rinvenuta carbonizzata sul divano. Fortunatamente nell'alloggio di via dei Mille non erano presenti altre persone. Restano ancora da chiarire le cause che hanno scatenato l’incendio, ma dai primi accertamenti si possono già escludere cause elettriche. Tra le ipotesi più accreditate vi è ancora una volta quella di un mozzicone di sigaretta che avrebbe dato origine alle fiamme proprio a partire dal divano. L’uomo probabilmente non era cosciente, ma sull'accaduto stanno indagando i carabinieri di Pinerolo che hanno segnalato l’accaduto alla Procura della Repubblica di Torino. Il cadavere carbonizzato di Mauro Pons è stato riconosciuto dai vicini di casa. Per pacare l’incendio sono dovuti intervenire ben 4 squadre di vigili del fuoco: Pinerolo, Torino, Luserna e Torre Pellice. Pochi giorni fa, sempre un mozzicone di sigarette aveva creato un allarme incendio in un negozio sotto i portici di via Roma a Torino. Fortunatamente in quel caso non si sono registrati danni ne a persone ne a cose.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.