• Home
  • TURISMO
  • Polliotto, UNC: ''consumatori, considerare con cautela i pareri sul web per le proprie vacanze''

Polliotto, UNC: ''consumatori, considerare con cautela i pareri sul web per le proprie vacanze''

Foto Avv. Patrizia PolliottoL'Italia, lo sia sa da sempre, è un Paese che potrebbe tranquillamente vivere di turismo.

Se solo fosse una volontà concreta, comune e condivisa, la corretta gestione e l'altrettanto possibile massimo incremento di questo settore basterebbero da soli a rispondere a buona parte della crisi che ha investito da un quinquennio a oggi il nostro Stato, spiega l'avvocato Patrizia Polliotto, Componente il Comitato di Gestione della Compagnia di San Paolo, e Presidente del Comitato Regionale del Piemonte dell'Unione Nazionale Consumatori.

"Sui metodi di approccio e ricerca della domanda e dell'offerta di turismo in Italia, occorre considerare che Internet non è prima di tutto un "credo" per i consumatori. E neanche un atto di fede, ma uno strumento d'informazione alternativa che ci consente di avere semplicemente una molteplicità di pareri circa la bontà di una struttura ricettiva o di una proposta alberghiera o di soggiorno-vacanza", aggiunge l'avvocato Polliotto.

"I commenti e le recensioni lasciate dagli utenti su questo o quel portale di valutazione turistica - i quali ultimamente fioriscono un po' ovunque sul web come funghi - possono sì da un lato essere reputate quale strumento di garanzia di qualità, ma dall'altro bisogna pur considerare che talvolta esse possono essere meramente strumentali, lasciate cioè ad hoc da soggetti economici che hanno forti interessi nel promuovere questa o quella struttura, al di là dell'effettivo gradi di qualità di queste ultime", dichiara il noto legale.

Per poi concludere: "In quest'ultimo scorcio di fine estate, consiglio vivamente ai consumatori di verificare i termini di congruità delle offerte last minute, laddove troppo vantaggiose, oltre che di fidarsi dei mezzi di valutazione canonici e consolidati, universalmente riconosciuti in ambito turistico come le stelle per gli alberghi, le guide e le certificazioni più autorevoli in materia. I social network, per quanto soggetti alle leggi dei grandi numeri, sul profilo della qualità della vacanze producono spesso invece pareri per lo più soggettivi e umorali".

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.