• Home
  • CRONACA
  • Ztl sospesa per i World Master Games eppure il traffico va in tilt e i cittadini insorgono

Ztl sospesa per i World Master Games eppure il traffico va in tilt e i cittadini insorgono

Traffico per i World Master GamesAlla fine persino l’assessorato alla Viabilità se n’è accorto, ci sono i World Masters Games, forse è meglio togliere la Ztl. Quindi, per consentire lo svolgimento dei giochi e su sollecitazione della polizia municipale, il Comune ha disposta la sospensione delle limitazioni alla circolazione previste nella ZTL Centrale da oggi, 7 agosto a domenica, 11 agosto.

Restano invece in vigore i divieti esistenti nelle vie e corsie riservate ai mezzi pubblici, nelle aree pedonali, nell'Area Romana e nella zona a traffico limitato del Valentino.

Dal 12 agosto e fino al 24 agosto entrerà poi in vigore la consueta sospensione estiva della ZTL Centrale, a cui si aggiungerà nello stesso periodo la gratuità della sosta nelle "zone blu".

Traffico in tilt: il lato negativo dei World Master Games

La sospensione delle limitazioni alla circolazione previste nella ZTL Centrale, deliberata per altro solo ieri nel pomeriggio, non è stata sufficiente ad evitare che stamattina il traffico andasse in tilt con una serie di chiusure delle strade destinate a ripetersi domani e venerdì.  

Ma come in tutte le cose, esiste il lato negativo pure nei World Masters Games: ingorghi, auto bloccate, ambulanze che non riescono a passare nemmeno sui ponti. La città di Torino ha assistito ad un disagio incredibile che ha mandato su tutte le furie gli automobilisti; tanto da accusare i volontari, che presidiavano le strade chiuse come corso Moncalieri, di non saper suggerire strade alternative.

Il risultato è stato inaspettato, le gare organizzate al Parco del Valentino e a bordo fiume hanno mandato in tilt il traffico sino alla collina. I turisti bloccati nel bus rosso cityseeghting si chiedevano polemici: come avete fatto a organizzare le Olimpiadi? I vigili urbani, molto pochi a dire la verità, sono stati sopraffatti dagli ingorghi e i centralini del Comune e di via Bologna sono stati assediati dalle proteste. I tanti volontari della Protezione Civile sembravano non conoscere la città e non sono stati in grado di consigliare gli automobilisti bloccati. Nel mirino dei torinesi è capitolata tristemente la disorganizzazione di chi ha gestito il traffico

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.