• Home
  • CRONACA
  • Scoppia una bombola del gas al Museo di Scienze, paura in via Giolitti

Scoppia una bombola del gas al Museo di Scienze, paura in via Giolitti

museo delle scienzeNella notte il Museo di Scienze Naturali è stato investito da una forte esplosione. Via Giolitti si è svegliata a causa del forte boato intorno alle 5 del mattino: ad esplodere una bombola di gas inerte dell'impianto antincendio; provocando secondo il procuratore Raffaele Guariniello ''danni ingenti''. 

Intanto Guariniello ha aperto un fascicolo contro ignoti per disastro colposo. La ragione della contestazione di questo reato, il 449 del codice penale - hanno precisato in Procura - consiste nel fatto che la bombola esplosa avrebbe dovuto essere revisionata entro il 2012, ma non risulta che la revisione ci sia stata. In tutto il museo ci sono una sessantina di bombole come quella che questa notte è esplosa, per fortuna rimaste intatte. Secondo i tecnici, la bombola esplosa era difettosa. 

I vigili del fuoco sono al lavoro per mettere in sicurezza il museo. Anche il Cortile della Farmacia teatro di molti appuntamenti di questa estate è stato investito dai vetri delle finestre esplose per il botto. Lo scoppio e le fiamme hanno causato il danneggiamento di due piani dell'edificio, interessando anche alcuni sotterranei e il Cortile della Farmacia. Non ci sono stati invece feriti nell'incidente e l'edificio è rimasto agibile. Il Museo di Scienze Naturali di Torino in una nota ha precisato che lo scoppio è avvenuto nel piano seminterrato dell'edificio.

museo delle scienze

Sul posto è intervenuto il procuratore Raffaele Guariniello per un sopralluogo, insieme all'assessore alla Cultura, Michele Coppola, e ai tecnici del Patrimonio della Regione Piemonte. "È stato uno scoppio importante - ha dichiarato Guariniello -, speriamo non ci siano troppi danni, anche se al momento è difficile quantificarli". Il Museo resterà chiuso al pubblico fino a data da definire.

Giorno terribile per la cultura

In questi giorni Torino sta ospitando migliaia di turisti venuti in città per i World Master Games. Alcuni di loro questa mattina avrebbero voluto visitare il Museo di Scienze Naturali, ma i responsabili sono stati costretti ad allontanarli. "Mi viene da piangere - ha detto dopo il sopralluogo l'assessore Coppola -. Allontanare i bambini che vogliono vedere un museo è una cosa orrenda. Questo è un giorno terribile per la cultura".

 

 

 

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.