Mal d’Africa…no, Mal di Torino!

mal di torinoLe Guide Turistiche Bogianen e Fabrizio Vespa inaugurano domani, 19 Luglio 2013,  il primo tour cittadino ispirato al Mal di Torino. La partecipazione è gratuita, ma l’iscrizione è obbligatoria entro le ore 18:00 di oggi (18.07.2013).

Nasce una nuova leggenda metropolitana. Così come esiste il Mal d’Africa a Torino è stato scoperto il Mal di Torino. Una malattia dell’anima. Una malia. Un sentimento indefinibile che impedisce quasi a chiunque di lasciare completamente la città e che fa venir voglia di ritornare tutte le volte che si è lontani.

Il progetto delle Guide Bogianen è nato dalla collaborazione fra un gruppo di guide turistiche della provincia di Torino. S'impegnano nella promozione dei beni culturali e ambientali e del patrimonio materiale e immateriale della città attraverso la proposta e l'attuazione di visite guidate e di percorsi storico-culturali alternativi. La programmazione include tour di tipo classico fra i musei e i luoghi più noti della città di Torino, ma l'intenzione è di arricchire i percorsi con attività e incontri creati per coinvolgere direttamente i partecipanti.

{AF template=round_bended_corner float=right width=320px }

Informazioni utili

Per prenotarsi il numero di telefono è: 329 58 75 825 (entro e non oltre le ore 18:00)

E-mai:l torinobogianen@yahoo.it

Durata e modalità: 2 ore circa, a piedi

Ritrovo: ore 19.00

{/AF}

Sfruttando la suggestione del libro che cerca di indagare i contorni di questa strana malia che, a differenza del Mal d’Africa, può colpire sia chi abita all’ombra della Mole sia chi vi transita occasionalmente, Fabrizio Vespa insieme alle Guide Bogianen inaugurano un nuovo itinerario turistico alla scoperta dell’incantesimo di Torino.

Il libro racconta di una Torino come un continente mentale. All’interno del quale si muove un giornalista detective che incontra per caso Solomon Epstin, il misterioso filosofo che gli rivela di essere entrato in possesso degli ultimi scritti di Lombroso, scomparsi subito dopo la sua morte. Rimasti incompiuti, in quei preziosi documenti l’anticipatore della moderna criminologia annota i suoi sorprendenti studi sul Mal di Torino. Tra interviste realizzate realmente con alcuni torinesi doc quali Bruno Gambarotta, Marco Ponti, Fabio Geda, Max Casacci, Alberto Salza, Michele Di Mauro e molti altri e pezzi di fiction metropolitana in una Torino trasfigurata tra il noir e l’inchiostro della cronaca spicciola, il protagonista si lancia alla ricerca dei perduti scritti lombrosiani.

GUIDE BOGIANENL’itinerario parte dalle ghiacciaie di Piazza Emanuele Filiberto al Quadrilatero Romano e, percorrendo il Centro Storico, si arriverà alla banchina fluviale dei Murazzi per compiere un’azione simbolica: nel luogo che è stato la culla della movida sabauda e dove la movida dopo i recenti accadimenti sta rischiando di scomparire, sarà organizzato un aperitivo improvvisato lungo il fiume a base di candele e San Simone (oggetto totemico del Mal di Torino) insieme al live acustico dei Miriam.

Durante il tour saranno toccati diversi punti significativi della città dove, oltre ai cenni storici forniti dalla Guide Bogianen, ci saranno gli interventi di Fabrizio Vespa inerenti al Mal di Torino. I partecipanti incontreranno lungo il percorso anche alcune special guest come Generoso Urciuoli, archeologo torinese artefice del progetto Archeoricette o il chitarrista Matteo Negrin che sonorizzerà alcune letture di Fabrizio Vespa.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.