• Home
  • CRONACA
  • Una famiglia di Torino arsa viva in una Fiat 500

Una famiglia di Torino arsa viva in una Fiat 500

Incidente a Pralormo © Divisione La RepubblicaTragico incidente a Pralormo, in strada Santo Stefano Roero, in provincia di Torino. Nella serata di ieri, venerdì 12 luglio,intorno alle 20.30, tre persone sono morte carbonizzate. L'autovettura si è più volte ribaltata fermandosi poi contro il muro di un’abitazione, da li il rogo sprigionatosi dal vano motore che non ha dato scampo al conducente e agli altri due passeggeri, distruggendone inoltre i documenti.

L’urto è stato violentissimo, dichiarano gli abitanti della casa contro cui si è schiantata l’autovettura. Loro sono stati i primi a soccorrerli e a chiamare ambulanze e Vigili del Fuoco. Proprio i pompieri, arrivati da Carmagnola e Chieri, hanno estratto i corpi dalle lamiere della macchina, ma non è stato possibile identificarli. Tragico è stato il ritrovamento di un passeggino per bambini e i Carabinieri si sono subito precipitati a casa dell'intestatario del veicolo allo scopo di capire chi ci fosse a bordo. Ciò è stato reso possibile poiché le fiamme avevano risparmiato la targa della Fiat 500 e proprio l'intestatario si è rivelato poi essere il conducente dell'auto al momento dell'incidente. Infatti, dopo un’intensa nottata di lavoro, sono stati finalmente identificati i corpi delle vittime. Si tratta di una famiglia residente a Torino in zona Mirafiori Sud: Andrea Merlo, 41 anni, la compagna Giorgia Tiozzo e la figlia quindicenne di lei, Cristiana.

Sul posto si è recata immediatamente anche Il pm Lisa Bergamasco, che sta seguendo le indagini, e che ha ascoltato alcuni testimoni che hanno confermato che nello scontro non sono stati coinvolti altri veicoli. Restano però ancora incerte le dinamiche dell'incidente.

 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.