Torino: nuovo ostello per gli sfrattati

sfrattiRealizzazione di un nuovo ostello che ospiterà le famiglie torinesi sfrattate, in attesa di una casa popolare. E' ciò che è emerso dall'incontro tra il sindaco di Torino Piero Fassino, l'arcivescovo Cesare Nosiglia e i parroci della città, avvenuto al Santo Volto.

Numerose le famiglie del torinese che si sono trovate senza un tetto, in attesa, da anni, che venga assegnato loro un appartamento popolare. Dove andare? Le alternative non sono molte e quasi tutte illegali, ma finalmente arriva la buona notizia: verrà aperto questo ostello, in collaborazione con la Caritas, che permetterà a tali famiglie di avere una "casa" in cui vivere per un periodo di tempo.

Infine, il progetto "sis.te.r", che aveva messo a disposizione delle famiglie in difficoltà alcuni alloggi adibiti a sistemazione residenziale temporanea e realizzato con il contributo di una fondazione privata, potrebbe essere ampliato: finora sono sei gli appartamenti utilizzati dal progetto e che ospitano quindici famiglie, ma potrebbero salire di numero.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.