• Home
  • EVENTI
  • Gru Village 2013: a Grugliasco Rock, Jazz, Hip Hop e mobilità sostenibile

Gru Village 2013: a Grugliasco Rock, Jazz, Hip Hop e mobilità sostenibile

GruVillage2013Riparte per una nuova edizione il Gru Village Festival, quest'anno ospiti internazionali, nazionali e comicità. Si inizia il 17 giugno con Ian Anderson dei Jethro Tull, in un'area verde da grandi aspettative.

Nato nel 2006 come momento di intrattenimento estivo, nello spazio adiacente allo shopville Le Gru di Grugliasco, con ospiti per lo più di nicchia, band del territorio e spettacoli comici da quest'anno il Festival cambia pelle: nuova direzione per la promozione dei concerti live ( si sono mossi i colossi Live Nation, Set Up Live, Hiroshima Mon Amour ecc...), musica internazionale e un'area che conta 1.500 posti a sedere più 5.000 in piedi. Inoltre durante le giornate è stato organizzato il Grulandia Summer Camp che ospita i bambini, ma anche gli adulti con aree relax e zone fitness.

Gli Ospiti

Il 17 giugno si inaugura con Ian Anderson, flauto dei Jethro Tull, che proporrà i migliori pezzi della storica band, poi Steve Hackett dei Genesis il 22 luglio, i Morcheeba il 4, gli Skunk Anansie il 23. La musica italiana si divide in pop e hip hop, con qualche tocco reggae e tradizionale: i torinesi Ministri il 20 giugno, i Sud Sound System, FedeZ, Salmo + Ensi + Gemitaiz e Niccolò Fabi a luglio. Non poteva poi mancare il grande jazz con nomi del calibro di George Benson e Raphael Gualazzi. 

Come ogni anno Gru Village Radio diffonderà le sonorità per tutta la durata del festival, con una novità importante in più: oltre ai circa 5.000 parcheggi gratuiti si è provveduto ad attivare convenzioni con la GTT, servizi di car sharing e taxi per promuovere ed incentivare la mobilità sostenibile. 

Insomma nella "guerra" dei festival torinesi che combattono con la crisi, ma che non mollano nell'organizzare eventi degni di essere vissuti a pieno (e quasi tutti) anche per chi rimane in città quest'anno ci sarà sicuramente da tenersi occupati. Non si può ancora dire quale sarà l'evento più riuscito in ogni caso fa piacere una tale differenziazione di scelta nel panorama estivo di Torino e provincia. 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.