• Home
  • CRONACA
  • Torino, assistenza domiciliare pagata dall'inps per dipendenti e pensionati pubblici non autosufficienti

Torino, assistenza domiciliare pagata dall'inps per dipendenti e pensionati pubblici non autosufficienti

Servizi domiciliariI servizi domiciliari a supporto dei dipendenti e pensionati pubblici e loro congiunti non autosufficienti saranno organizzati secondo le nuove modalità definite dall'INPS a partire dal prossimo mese di luglio: il Comune di Torino sta approntando i nuovi strumenti tra cui un call center attivo 20 ore alla settimana, un registro da cui attingere disponibilità di volontari e un altro con nominativi di assistenti familiari da impiegare nei servizi, realizzato in collaborazione con la Provincia di Torino nell'ambito del Progetto AFRI.TO.

Si tratta di una iniziativa di sostegno concreto destinata a numerose famiglie di ex dipendenti pubblici, a causa dell'età avanzata, in condizioni di fragilità.

Coinvolte nell'iniziativa saranno quattro associazioni di volontariato torinesi: Auser Volontariato Torino, Anteas Torino, Ada (Associazione per i diritti degli anziani) e Sea (Servizio Emergenza Anziani).

L'incremento di servizi, sostenuto finanziariamente dall'Inps - a cui è passata l'intera gestione dei pensionati dell'ex Istituto Nazionale di Previdenza per i dipendenti della Pubblica Amministrazione - è stata avallato questa mattina dalla Giunta comunale, attraverso l'approvazione di una delibera di Elide Tisi, Assessore alle politiche sociali.

Nei prossimi giorni nel corso di una conferenza stampa con la partecipazione di tutti i partner saranno presentate le modalità di accesso all'iniziativa.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.