Torino, ennesima vittima della crisi

ambulanzaSi è impiccato in zona Barriera nella tarda serata di ieri un muratore di 38 anni che aveva appena perso il lavoro.

Dopo la notizia del licenziamento l’uomo, che tra pochi mesi sarebbe diventato padre, ha deciso di togliersi la vita impiccandosi con un cavo elettrico nella sua cantina.

A trovare il corpo dell’uomo ormai senza vita,  la compagna, al sesto mese di gravidanza che, per lo choc è stata trasportata all’ospedale Giovanni Bosco per accertamenti.

Il giovane muratore, dopo cena aveva detto alla compagna che doveva scendere in cantina per cercare un attrezzo ma,  non vedendolo tonare  la donna si è insospettita e, raggiungendo le cantine del condominio nel quale vivevano ha trovato il compagno.

Quello del muratore è il secondo suicidio “della crisi” in pochi giorni, soltanto la settimana scorsa un grossista di frutta e verdura si era tolto la vita sparandosi con la sua pistola perché non riusciva più a pagare i debiti.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.