La Mole Antonelliana

mole antonellianaNel 2013 il monumento storico della città di Torino, la Mole Antonelliana, compie 150 anni dalla posa delle fondamenta.

Cos'è la Mole Antonelliana?

La Mole Antonelliana è un monumento simbolo della città di Torino situato nel centro storico in Via Montebello nei pressi di Palazzo Nuovo, edificio sede dell'Università degli Studi di Torino.

Il nome proviene dall'architetto Alessandro Antonelli che la progettò portando l'edificio a raggiungere i 167 di lunghezza, diventando così l'edificio più alto di Torino dopo esser stato per anni anche il più alto d'Europa.

La Mole Antonelliana fu inizialmente concepita come sinagoga, voluta dalla comunità ebraica torinese, alta 47 metri. Il subentro di Antonelli fu una scelta infelice per la comunità ebraica, in quanto l'architetto mise mano al progetto trasformando l'edificio in un monumento alto 113 metri, quasi il triplo dell'altezza iniziale, con aumento di costi e tempi di realizzazione. Nel 1869, per mancanza di fondi, i lavori si arrestarono a 70 metri di altezza per poi riprendere nel 1873.

Nel corso della costruzione dell'edificio, e degli eventi sismici a cui è stata sottoposto, sono stati rilevati alcuni problemi di stabilità dell'edificio, man mano risolti in tempi recenti durante i quali si è anche attivato l'ascensore, nel 1964 fu installato per evitare le strette scalinate a zig-zag necessarie a raggiungere la guglia.

Dove si trova?

Il monumento simbolo di Torino è situato nel centro storico della città, accanto all'Università degli Studi di Torino in Via Montebello.

Cosa si trova all'interno della Mole Antonelliana?

L'edificio ospita oggi il Museo Nazionale del Cinema, 3.200 m2 di esposizione in cui viene conservata un'importante collezione di manifesti cinematografici, pellicole. Ben 20.000 apparecchi, dipinti e stampe ed oltre 80.000 documenti fotografici, 300.00 manifesti e 12.009 film.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.